Migrazioni, scuola: decodificare il presente

Migrazioni, scuola: decodificare il presente

Bologna, Venerdì 5 Aprile 2019

presso l’I.I.S. Aldini Valeriani Sirani – Via Bassanelli 9/11 – Bologna

LINK PER ISCRIZIONE

RICHIESTA DI ESONERO E LOCANDINA

Negli ultimi vent’anni la classe politica italiana ha affrontato i cambiamenti prodotti dalla crescita dell’immigrazione con strumenti repressivi, rinunciando sovente a garantire i diritti e sempre più scopertamente sollecitando la crescita del razzismo e facendone un uso politico ed elettoralistico. Parallelamente anche nella società abbiamo assistito ad una crescita esponenziale delle manifestazioni di razzismo dal basso, in sinergia alle azioni intraprese dalla politica. Sempre negli ultimi vent’anni le nostre classi hanno mutato decisamente, divenendo strutturalmente composite, sono cresciuti gli studenti e le studentesse con genealogie culturali che rimandano a diverse parti del mondo. Come ci possiamo muovere, da insegnanti, per difendere i diritti e l’idea di convivenza espressa dalla Costituzione e per fornire alle giovani e ai giovani strumenti ed esperienze didattiche che li aiutino a contrastare il razzismo presente e futuro?

PROGRAMMA

Mattino, ore 8.30-13.30

  • Nino De Cristofaro (docente L.S.”Boggio Lera” CT) Migranti: ragionare sulla complessità per educare alla cittadinanza.
  • Silvia Casali (docente precaria – Cobas scuola) Di chi parliamo quando parliamo di “stranieri” a scuola: i dati statistici.
  • Jacopo Frey (docente IIS Majorana,San Lazzaro – Cobas scuola) Di chi parliamo quando parliamo di “stranieri” a scuola: gli interrogativi.
  • Martina Zadra (docente sec. I grado e volontaria di Operazione Colomba – corpo nonviolento di pace) Con i profughi siriani: tre mesi passati nel campo di Tel Abbas, in Libano.
  • Francesca Valdinoci (docente ITCS Salvemini, Bo) L’insegnamento dell’Italiano L2 nella scuola secondaria: il caso della classe A023.

>>Pausa caffè, 11.00 – 11.15<<

  • Claudia Farini (insegnante di francese e di italiano L2 scuola secondaria superiore) L’italiano L2 come pratica pluridisciplinare.
  • Laura Acquistapace (insegnante precaria di italiano L2) La realtà dei CPIA: criticità e prospettive.

Pomeriggio, ore 14.30 – 17.30

Laboratori operativi:(uno, a scelta in base alla disponibilità)

  1. Gianluca Gabrielli (Cesp Bologna), L’Altro nella mente dei bimbi degli anni Novanta del secolo scorso. L’indagine di Paola Tabet.
  2. Alessandro Berti (regista, attore, www.casavuota.it), Bianco e nero. L’evoluzione dell’immagine del maschio nero nella cultura occidentale attraverso film, fotografie, libri, canzoni.
  3. Francesco Di Sirio, (coop. sociale Arca di Noè), Nei panni dell’altro: approcci creativi nelle metodologie didattiche.
  4. Tommaso Baldo (Operatore didattico museale e collaboratore del gruppo di lavoro Nicoletta Bourbaki), Esposizione di esercizi teorici e pratici (che possono essere ripresi in classe) in merito all’uso critico delle fonti, dentro e fuori il web.

16.30 – 17.30 Confronto finale in plenaria.

Nessun commento

I commenti sono chiusi.